fbpx
loader image

Wedding & Cerimonie

Wedding & Cerimonie

Erika Giorgetti

Sono una giovane imprenditrice che collabora nell’impresa di famiglia Italia Per Voi. Mi occupo della comunicazione social e web dell’azienda, gestisco le nostre pagine social e seguo i profili di alcuni clienti oltre alla redazione degli articoli del nostro magazine.

12 Set, 2022

Wedding & Cerimonie

 

Consigli e curiosità sul matrimonio

 

La tradizione, in uno dei giorni più importanti nella vita di una donna, quale quello del matrimonio, prevedeva, ai tempi storici del Medioevo e del Rinascimento un abito da sposa colorato, preferibilmente rosso, ricco di ricami e decorazioni dorate. Fu soltanto in Epoca napoleonica che il non colore per eccellenza, il “bianco”, fece la sua apparizione, accompagnato da velo e bouquet di fiori, per diventare, con il passare del tempo, il simbolo della purezza della sposa, tanto che permane ai giorni nostri e resta nei sogni di tutte le ragazze l’acquisto di un abito lungo con strascico arricchito di pizzi e ricami che possa esprimere tutta la felicità per il sogno in procinto di essere realizzato.
 

Wedding e cerimonie: l’abito da sposa

 
L’abito deve comunque tenere conto della personalità e dello stile della sposa in modo che lei si senta perfettamente a suo agio sia che la cerimonia si svolga in chiesa, dove le preferenze andranno per la versione in lungo, o in un luogo civile, dove anche le versioni corte e sobrie dovranno trasmettere eleganza e cura nei particolari. Al vestito bianco della sposa dovrebbe fare da contrappeso un tight nero o grigio dello sposo, a cui dovrebbero conformarsi anche testimoni e componenti delle famiglie. L’eccezione alla regola potrà essere uno smoking color fumo di Londra o blu scuro. Gli stessi invitati convenuti alla cerimonia avrebbero il dovere di uniformarsi allo stile escludendo, per le donne, il colore bianco come la sposa ma preferendo abiti ricercati ed eleganti privi di inutili stravaganze. Mentre il colore grigio scuro o il blu sono i colori più adatti per gli uomini, ai quali viene, a loro volta, sconsigliato il nero.
 
Wedding e cerimonie vestito da sposa

Nel giorno del matrimonio diventa poi protagonista l’acconciatura della sposa, che dovrà valorizzarla, al pari della corona che ornava il suo capo nei tempi antichi, esaltandone volto e figura. Gli hair stylist dovranno creare versioni di acconciature tali da venire incontro al suo gusto, con classe, originalità e cura nei dettagli, armonicamente adatte all’abito indossato, in modo da esprimere un unicum di eleganza e naturalezza, evitando, quindi, ogni forma di improvvisazione. Un dettaglio importante della cerimonia sono poi gli inviti e le partecipazioni, a cui deve corrispondere una diversa chiave temporale: la comunicazione dell’annuncio del matrimonio può essere spedita il giorno stesso del rito o anche successivamente, a matrimonio avvenuto, mentre le partecipazioni contenenti inviti al pranzo, cena o rinfresco, dovrebbero essere trasmessi con almeno un preavviso di due mesi.

La tradizione prevederebbe che fossero i genitori degli sposi ad annunciare le nozze dei propri figli ma, attualmente, è divenuta consuetudine che siano gli stessi sposi ad annunciare il proprio matrimonio con indirizzi scritti rigorosamente a mano sulle buste con la formula r.s.v.p. (repondez s‘il vous plait) o s.p.r (si prega rispondere) in modo da poter conoscere il numero esatto dei partecipanti alla manifestazione celebrativa. Il ricordo perenne della cerimonia è rappresentato dal rito della “bomboniera”, un oggetto raffinato ed elegante donato dagli sposi a tutti coloro che sono intervenuti personalmente o semplicemente con un regalo, distinguendo con “bomboniere particolari” e più preziose i testimoni e i parenti stretti dal resto dei convenuti. Importante che esse contengano un numero dispari di “confetti” da tre a sette e il cartoncino commemorativo con il nome degli sposi e la data delle nozze.

Wedding e cerimonie acconciatura sposa
Wedding e cerimonie bouquet

Wedding e cerimonie: la cerimonia

A questo punto è necessario parlare anche della “cerimonia”, sia civile sia religiosa, che sancisce il passaggio degli sposi da uno stato civile ad un altro. Dopo il fatidico “si” immancabile lo scambio delle “fedi”, la “firma” dell’atto matrimoniale e il “bacio”, simbolo augurale di una nuova vita. Alla fine di tutto il rito del “lancio del riso” e del “bouquet” da parte della sposa. Si passa infine al ricevimento di nozze, coronamento di una giornata piena d’emozioni, dove gli sposi si potranno rilassare condividendo con amici e parenti la gioia per l’evento appena concluso. Fondamentale in questo caso è la scelta del ristorante, o del servizio di catering, che non deve essere mai lasciata al caso, o influenzata da soluzioni apparentemente convenienti, ma che deve ricadere su strutture che offrono la garanzia assoluta di un servizio eccellente che potrà lasciare un ricordo indelebile a tutti i partecipanti.

I 40 anni di Fabbrica D'arte edizione limitata
Wedding e cerimonie torta

Wedding e cerimonie: il rinfresco

Un “ristoratore specializzato” in tal senso saprà consigliare al meglio gli sposi sul menù e su tutti gli altri dettagli del ricevimento tra cui la sistemazione dei tavoli e degli eventuali addobbi. Una valida alternativa è costituita dal “buffet”, più informale, dove gli invitati scelgono in autonomia i piatti e le pietanze da gustare. Sempre più successo, ai nostri giorni, riscuote il “servizio di catering” ossia il servizio di ristorazione a domicilio nella propria abitazione se si dispone di grandi spazi con giardino o affittando un “castello” o una “villa storica” con parco per vivere il sogno con una coreografia d’altri tempi.

I 40 anni di Fabbrica D'arte Milla
Wedding e cerimonie ristorante

Condividilo con i tuoi amici!

Clienti correlati

Seguici sui Social

Potrebbero interessarti anche

Vuoi rimanere aggiornato sulle news
della nostra Città?

Non perdiamoci di vista! Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter! Esclusivamente per te, articoli aggiornati, consigli anticipazioni.