fbpx
loader image

LA DEPILAZIONE

La cultura di mantenere il corpo pulito e privo, assieme, degli antiestetici peli superflui, sembra avere radici antiche. Gia’ al tempo degli Egizi venivano regolarmente usati unguenti e strumenti adatti all’occasione… addirittura sia donne che uomini, altrettanto ed ambedue nella norma, per motivi prima di tutto igienici, si rasavano la testa.
Reso noto che il problema della depilazione risale all’epoca di Tutankhamon, oltre a dire che la loro esistenza e’ fonte di fastidio, possiamo aggiungere che sbarazzarsene definitivamente risulta pratica sgradita e, per quanto i moderni mezzi della tecnica abbiano compiuto passi in avanti, ancora parecchio complessa. Che si tratti di ceretta o tecniche futuristiche per terminare il pelo alla radice, ci sono precauzione da utilizzare e controindicazioni da tenere a mente.

Il metodo più usato e conosciuto per predisporre, partendo dalle basi, il proprio corpo alla prima forma di avanguardia depilatoria, e intendiamo proprio la ceretta, e’ eseguire un cut off su pelle pulita ed asciutta, ancora meglio se da prima e’ stata nutrita. Chiamasi ceretta giacche’ per arrivare all’agognato risultato di passare il ditto sul velluto, si utilizza la resina fusa, o prodotti che nella stessa maniera sono della consistenza della cera. L’idea e’ imprigionare i peli e strapparli a partire dalla radice, mediante un colpo secco. E qui, arrivano precauzioni e controindicazioni: una buona estetista potrebbe consigliare di lasciare crescere i peli fino a lunghezza media, e non servirsi del rasoio, tra una seduta e l’altra, ma lasciarli crescere regolarmente. Lo strumento potrebbe irrobustirli e lo strappo, di conseguenza, sarebbe per la vittima predestinata (voi, e non il pelo!) notevolmente piu’ doloroso.
Poco prima di qualsiasi seduta con la ceretta, soprattutto per quanto concerne le appassionate, risulta utile trattare la pelle con un prodotto per peeling corpo, o con un guanto di crine, al fine di rimuovere impurità e cellule morte. Evitare anche di esporsi al sole o a lampade abbronzanti, visto il discorso dell’epilazione laser, e per ogni evenienza applicate sempre una crema lenitiva, si’ da contrastare le irritazioni.

Ceretta equivale all’uso di diversi tipi di materia prima a seconda delle stagioni, ed ovviamente, in rapporto alla tipologia di pelle, esistono preparati per zone piu’ delicate e per fototipi piu’ sensibili. Post trattamento, non applicate lozioni alcoliche o profumi, non indossate indumenti aderenti, la pelle sarebbe portata ad irritarsi e si faciliterebbe il fenomeno del pelo incarnito.

A tema peli incarniti, una zona che ne fabbrica diversi, interessata dal post depilazione, la inquadriamo nell’inguine: non solamente belli e profumati per il partner, ma la gestione del fantomatico interno coscia ci interessa anche per un fattore puramente igienico-sanitario, e per un egoistico discorso di praticita’ – a meno che non si indossino, durante la maggior parte del tempo, mutande di carta velina. Fuoriuscendo, il nostro bastimento carico di pelo si prenderebbe gioco, d’inverno, del collant, e in estate del costume, apparendo nei momenti meno desiderati. In un altro senso, sprezzanti del pericolo, sono tantissime le ragazze che chiedono all’estetista la depilazione pubica totale o che, rasoio alla mano, eliminano del tutto il problema alla radice, immaginando di risolvere l’ultima, e meno femminile, prassi dei bozzi rossi.

In linea di massima, proviamo a concentrarci sul fenomeno della depilazione pubica, analizzando le proposte. Esistono veri e propri modelli, come dal parrucchiere, di stencil per il pube, ognuno con le sue caratteristiche, e alcuni saloni offrono persino forme personalizzate. Oltre alla ceretta inguinale di base, le piu’ note sono la francese, l’americana e la brasiliana, le quali hanno seguito tendenze differenti negli anni. Con ordine: nella depilazione intima alla francese sono rimossi i peli così da lasciare una striscia abbastanza accennata sul pube, ovviamente al centro, e di tipo verticale. Parliamo di americana quando l’estetista si occupa di lasciare un triangolo ben definito di pelo sopra il pube, dunque la si puo’ pensare come la francese, ma al posto della strisciolina cambia il soggetto.

L’inguine depilato alla brasiliana e’ un discorso… un pelo diverso. Mantenendo all’occorrenza una piccola striscia simbolica sul davanti, la pratica si differenzia da qualsiasi altro tipo di ceretta perché rimuove i peli davvero ovunque, prefiggendosi di toglierli tutti, ma proprio tutti, inclusa la zona anale. Nell’ottica di perfezionare tale tempestiva decimazione, la Brazilian Wax utilizza una pasta zuccherata al posto della cera, talvolta arricchita da elementi lenitive come l’olio di Argan.

Tornando a noi, la depilazione totale porta, sappiatelo, anche alcuni (parecchi…) svantaggi. Se il pelo esiste, ci sara’ un motivo. Potare totalmente il nostro giardino non permette, ed e’ ancora piu’ importante in eta’ adolescenziale, di mantenere il PH naturale delle mucose, dal momento che il pelo e’ la nostra prima barriera, fisica, contro migrorganismi estranei.
Dunque, per quanto spetta alla depilazione totale, scegliendola possiamo essere piu’ agevoli, forse anche sexy, ma ci richiede una certa costanza nel mantenerla – se ovviamente vogliamo evitare la ricrescita immediate dei peli superflui – dando una importanza maggiore alla nostra igiene personale e comprando un sapone dalla formulazione apposita. ​

A differenza dei metodi depilatori tradizionali visti sopra, e decisamente molto meno dolorosa della ceretta, la possibilita’ di beneficiare del laser consente un’epilazione rapida, mirata e duratura, pur non essendo, comunque, scevra da rischi. Funziona? Diciamo di si’. Il laser utilizza uno spot, ovvero un fascio di luce, ampio e volutamente concentrato, in grado di trattare aree che comprendono più peli e colpire selettivamente il pigmento dei singoli bulbi. E senza danneggiare il tessuto circostante. In breve, permette di distruggere la radice dei peli di qualsiasi parte del corpo sia nella donna che nell’uomo, dal viso, all’addome. Fondamentale, il pelo in questo caso non è strappato: la radice è distrutta grazie all’azione dello spot. Questo stesso spot, basandosi sull’azione del laser che si riscalda a più di 60 °C, distrugge il follicolo, dando il meglio quando attacca i peli neri, grossi e robusti. Di fatto, il laser depigmenta, il che spiega perche’ funziona a meraviglia sui soliti sospetti.

Per concludere, considerate di evitare la ceretta almeno un mese prima della vostra prima seduta di laser, se a lei vanno i consensi, in modo da non vanificare le premesse necessarie al poterne trarre i dovuti benefici. Potete (e dovete) passare il rasoio uno o due giorni prima della seduta, creando un esercito di piccoli, letteralmente, target da bombardare. Per fare in modo che il laser scorra con facilità sulla cute, indispensabile sara’ avere la pelle idratata.

La cultura di mantenere il corpo pulito e privo, assieme, degli antiestetici peli superflui, sembra avere radici antiche. Gia’ al tempo degli Egizi venivano regolarmente usati unguenti e strumenti adatti all’occasione… addirittura sia donne che uomini, altrettanto ed ambedue nella norma, per motivi prima di tutto igienici, si rasavano la testa.
Reso noto che il problema della depilazione risale all’epoca di Tutankhamon, oltre a dire che la loro esistenza e’ fonte di fastidio, possiamo aggiungere che sbarazzarsene definitivamente risulta pratica sgradita e, per quanto i moderni mezzi della tecnica abbiano compiuto passi in avanti, ancora parecchio complessa. Che si tratti di ceretta o tecniche futuristiche per terminare il pelo alla radice, ci sono precauzione da utilizzare e controindicazioni da tenere a mente.

Il metodo più usato e conosciuto per predisporre, partendo dalle basi, il proprio corpo alla prima forma di avanguardia depilatoria, e intendiamo proprio la ceretta, e’ eseguire un cut off su pelle pulita ed asciutta, ancora meglio se da prima e’ stata nutrita. Chiamasi ceretta giacche’ per arrivare all’agognato risultato di passare il ditto sul velluto, si utilizza la resina fusa, o prodotti che nella stessa maniera sono della consistenza della cera. L’idea e’ imprigionare i peli e strapparli a partire dalla radice, mediante un colpo secco. E qui, arrivano precauzioni e controindicazioni: una buona estetista potrebbe consigliare di lasciare crescere i peli fino a lunghezza media, e non servirsi del rasoio, tra una seduta e l’altra, ma lasciarli crescere regolarmente. Lo strumento potrebbe irrobustirli e lo strappo, di conseguenza, sarebbe per la vittima predestinata (voi, e non il pelo!) notevolmente piu’ doloroso.
Poco prima di qualsiasi seduta con la ceretta, soprattutto per quanto concerne le appassionate, risulta utile trattare la pelle con un prodotto per peeling corpo, o con un guanto di crine, al fine di rimuovere impurità e cellule morte. Evitare anche di esporsi al sole o a lampade abbronzanti, visto il discorso dell’epilazione laser, e per ogni evenienza applicate sempre una crema lenitiva, si’ da contrastare le irritazioni.

Ceretta equivale all’uso di diversi tipi di materia prima a seconda delle stagioni, ed ovviamente, in rapporto alla tipologia di pelle, esistono preparati per zone piu’ delicate e per fototipi piu’ sensibili. Post trattamento, non applicate lozioni alcoliche o profumi, non indossate indumenti aderenti, la pelle sarebbe portata ad irritarsi e si faciliterebbe il fenomeno del pelo incarnito.

A tema peli incarniti, una zona che ne fabbrica diversi, interessata dal post depilazione, la inquadriamo nell’inguine: non solamente belli e profumati per il partner, ma la gestione del fantomatico interno coscia ci interessa anche per un fattore puramente igienico-sanitario, e per un egoistico discorso di praticita’ – a meno che non si indossino, durante la maggior parte del tempo, mutande di carta velina. Fuoriuscendo, il nostro bastimento carico di pelo si prenderebbe gioco, d’inverno, del collant, e in estate del costume, apparendo nei momenti meno desiderati. In un altro senso, sprezzanti del pericolo, sono tantissime le ragazze che chiedono all’estetista la depilazione pubica totale o che, rasoio alla mano, eliminano del tutto il problema alla radice, immaginando di risolvere l’ultima, e meno femminile, prassi dei bozzi rossi.

In linea di massima, proviamo a concentrarci sul fenomeno della depilazione pubica, analizzando le proposte. Esistono veri e propri modelli, come dal parrucchiere, di stencil per il pube, ognuno con le sue caratteristiche, e alcuni saloni offrono persino forme personalizzate. Oltre alla ceretta inguinale di base, le piu’ note sono la francese, l’americana e la brasiliana, le quali hanno seguito tendenze differenti negli anni. Con ordine: nella depilazione intima alla francese sono rimossi i peli così da lasciare una striscia abbastanza accennata sul pube, ovviamente al centro, e di tipo verticale. Parliamo di americana quando l’estetista si occupa di lasciare un triangolo ben definito di pelo sopra il pube, dunque la si puo’ pensare come la francese, ma al posto della strisciolina cambia il soggetto.

L’inguine depilato alla brasiliana e’ un discorso… un pelo diverso. Mantenendo all’occorrenza una piccola striscia simbolica sul davanti, la pratica si differenzia da qualsiasi altro tipo di ceretta perché rimuove i peli davvero ovunque, prefiggendosi di toglierli tutti, ma proprio tutti, inclusa la zona anale. Nell’ottica di perfezionare tale tempestiva decimazione, la Brazilian Wax utilizza una pasta zuccherata al posto della cera, talvolta arricchita da elementi lenitive come l’olio di Argan.

Tornando a noi, la depilazione totale porta, sappiatelo, anche alcuni (parecchi…) svantaggi. Se il pelo esiste, ci sara’ un motivo. Potare totalmente il nostro giardino non permette, ed e’ ancora piu’ importante in eta’ adolescenziale, di mantenere il PH naturale delle mucose, dal momento che il pelo e’ la nostra prima barriera, fisica, contro migrorganismi estranei.
Dunque, per quanto spetta alla depilazione totale, scegliendola possiamo essere piu’ agevoli, forse anche sexy, ma ci richiede una certa costanza nel mantenerla – se ovviamente vogliamo evitare la ricrescita immediate dei peli superflui – dando una importanza maggiore alla nostra igiene personale e comprando un sapone dalla formulazione apposita. ​

A differenza dei metodi depilatori tradizionali visti sopra, e decisamente molto meno dolorosa della ceretta, la possibilita’ di beneficiare del laser consente un’epilazione rapida, mirata e duratura, pur non essendo, comunque, scevra da rischi. Funziona? Diciamo di si’. Il laser utilizza uno spot, ovvero un fascio di luce, ampio e volutamente concentrato, in grado di trattare aree che comprendono più peli e colpire selettivamente il pigmento dei singoli bulbi. E senza danneggiare il tessuto circostante. In breve, permette di distruggere la radice dei peli di qualsiasi parte del corpo sia nella donna che nell’uomo, dal viso, all’addome. Fondamentale, il pelo in questo caso non è strappato: la radice è distrutta grazie all’azione dello spot. Questo stesso spot, basandosi sull’azione del laser che si riscalda a più di 60 °C, distrugge il follicolo, dando il meglio quando attacca i peli neri, grossi e robusti. Di fatto, il laser depigmenta, il che spiega perche’ funziona a meraviglia sui soliti sospetti.

Per concludere, considerate di evitare la ceretta almeno un mese prima della vostra prima seduta di laser, se a lei vanno i consensi, in modo da non vanificare le premesse necessarie al poterne trarre i dovuti benefici. Potete (e dovete) passare il rasoio uno o due giorni prima della seduta, creando un esercito di piccoli, letteralmente, target da bombardare. Per fare in modo che il laser scorra con facilità sulla cute, indispensabile sara’ avere la pelle idratata.

di Samira Giorgetti

Vuoi maggiori informazioni?

Privacy Policy

12 + 13 =

Ehi! La vuoi sapere una novità?

Da oggi puoi leggere gratuitamente e per sempre la nostra nuova rivista pensata per essere "interattiva" ovunque tu sia!

E' gratuita per davvero, vogliamo solo promuoverla! E ti possiamo assicurare che non sarà la solita rivista digitale da sfogliare...

Privacy Policy

Non vediamo l'ora di farti vedere la nostra ultima idea! (nel caso controlla anche la "posta indesiderata")

Apri chat
💬Hai bisogno di aiuto?
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti? 😃