fbpx
CARLEVÀ-DEA-SPÈZA-battiston-maìa-carnevale-2024
Erika

Erika Giorgetti

Sono una giovane imprenditrice che collabora nell’impresa di famiglia Italia Per Voi. Mi occupo della comunicazione social e web dell’azienda, gestisco le nostre pagine social e seguo i profili di alcuni clienti oltre alla redazione degli articoli del nostro magazine.

1 Mar, 2024

Il Carnevale spezzino

 

Carlevà dea Spèza
Dal 1869… la tradizione continua

 

La tradizione del Carnevale spezzino è molto antica, tanto da anticipare di un paio d’anni il Carnevale di Viareggio, la cui prima edizione fu nel 1871.
La prima edizione del Carnevale spezzino, invece, risale al 1869, documentata in un antico programma impostato dalla “società del Batiston”.

 

La Storia del Carnevale spezzino

Secondo il programma, il carnevale si apriva con l’arrivo in città di Battiston nella veste di “Imperatore degli Allegri” reduce dall’Ungheria e da Ponzo”, accolto da Re Carnevale in stazione.

Il corteo carnevalesco si dirigeva poi in piazza della Marina dove Batiston prendeva in sposa la figlia di Re Carnevale, Maìa, dando così inizio ai festeggiamenti. La domenica seguente per le vie cittadine si svolgeva una grande festa che iniziava con la musica della Banda Nazionale e proseguiva con il gioco dell’albero della Cuccagna, le corse nei sacchi, il corso mascherato, l’innalzamento dei palloni aerostatici, e tutti i cittadini erano invitati a decorare le finestre con drappi e bandiere.

Il martedì grasso, ultimo giorno di Carnevale, si teneva la grande sfilata per le vie della città, dove tutte le maschere a piedi, a cavallo e su carri simbolici, sfilavano insieme a Battiston e Maìa e lanciavano fiori e coriandoli.

La sera del martedì grasso, a causa del peggioramento delle condizioni di salute di Re Carnevale, Battiston interrompeva i festeggiamenti per mettersi a lutto e cercare di salvare la vita al suocero, che veniva portato su un carro funebre, seguito da un corteo di maschere con le fiaccole in mano, insieme agli infermieri e alla gente di Corte, nel Prato della Marina, dove arrivata senza vita e la sua salma veniva bruciata su un rogo.

I festeggiamenti di Carnevale si concludevano con la pubblicazione da parte di Battiston dell’elenco delle grazie concesse nell’occasione delle sue nozze con la figlia del Re, la città toglieva le bandiere in segno di lutto e venivano accesi i fuochi d’artificio.

CARLEVÀ-DEA-SPÈZA-battiston-maìa-carnevale-2019

La rinascita del Carnevale spezzino

 

Nel tempo la tradizione carnevalesca in città si perde; solo negli anni 70/80 il Carnevale torna in auge grazie al maestro e musicista Gabriele Castellani e ai suoi Ragazzi di Migliarina, che per vari anni riempiranno le vie cittadine con carri e allegorie entusiasmanti. Questo impegno si appassisce di nuovo fino al 2017, quando Marco Tarabugi contatta Luciano Venturi e Maurizio Damerini (ambedue di Prospezia e facenti parte degli Amici di Don Bosco), organizzatori degli ultimi concorsi mascherati, chiedendo loro una collaborazione per far rivivere il Carlevà dea Spèza.

Viene contattata anche Paola Ceccotti del Circolo della Sprugola che creerà le splendide figure delle due maschere spezzine (mascoe spèzin): la Maìa de Biassa e il Batiston d Migiaina, impersonate da Tiziana Zanoni in primis e da Nausicaa Pomini poi e da Maurizio Damerini.

Il primo anno il rinato Carnevale spezzino porta in Piazza del Mercato 4.000 persone e si limita al solo concorso mascherato per i bambini 0-12 anni.
Nel 2018, il concorso mascherato in Piazza del Mercato si arricchisce con l’arrivo di Maìa e Battiston in carrozza seguiti da una folta e nutrita scia di maschere, bimbi e adulti provenienti da Piazza Verdi; contemporaneamente confluisce in Piazza del Mercato anche il corteo con Re Carnevale partito da Piazza Brin. Le presenze finali saranno più di 7000.

Nel 2019 il Carnevale si arricchisce dei Mascheroni del Carnevale di Viareggio (grazie all’interessamento di Maurizio Damerini), e viene spalmato su due Domeniche, la prima per il concorso mascherato in Piazza Cavour e la seconda per la sfilata da Piazza Brin a Piazza Verdi.

 

Il successo è enorme e le presenze salgono a 12.000. Il massimo splendore del Carnevale spezzino, però, si raggiunge nel 2020: si aggiungono in sfilata i quartieri Biassa, Chiappa, Valdellora, Pitelli, Migliarina, Canaletto, maschere libere e la comunità domenicana. Aumentano i carri così come le presenze, che superano le 15.000 persone, alcune fonti parlano di quasi 20.000 unità in corteo e ai lati della sfilata.

Oltre alle due domeniche, si aggiunge un ballo in maschera il sabato sera in Piazza del Bastione, condotto dalle due maschere cittadine con lo staff ed il palco-tir di Radio Bruno.
Inoltre grazie sempre all’intervento di Damerini con il Carnevale di Viareggio, giungono alla Spezia per la sfilata, su una scintillante auto cabriolet, le due autentiche maschere viareggine, Ondina e Burlamacco che aprono la sfilata, appaiata a Maìa e Batiston, questi a bordo di una storica bianchina familiare.
La pandemia del 2020 ha, purtroppo, spento i fari sul Carnevale spezzino fino al 2024.

CARLEVÀ-DEA-SPÈZA-corsa-sacchi-piazza-brin-2024

Il Carnevale spezzino del 2024

Quest’anno, il 18 Febbraio 2024, si è tenuto nuovamente il Carnevale spezzino. E’ stato allestito il villaggio del Carnevale in Piazza Brin, punto di partenza della sfilata che ha raggiunto Piazza Verdi.

Le persone hanno partecipato con entusiasmo, e sono state contate 8.000 presenze.
L’edizione 2024 del Carnevale Spezzino è un’organizzazione interassessorile, in collaborazione con le Associazioni: ProSpezia, ProSpezia Ciassa Brin, Comunità Domenicana, Comunità Ucraina, Comunità Albanese, Comunità del Marocco, Comunità della Colombia, Comunità della Romania, Comunità del Bangladesh, Associazione I Giochi di Una volta, Nasi Uniti, Associazione Tandem, Associazione Inedita, Banda Puccini e le tre scuole di danza Dancing Project, My Way Dance Academy, Arcimboldo.

Appuntamento al prossimo anno! Grazie per aver partecipato numerosi!

 

Foto credits:

Marco Tarabugi, Maurizio Damerini, Prospezia Ciassa Brin, Roberto Celi

Testi in collaborazione con Maurizio Damerini

 

CARLEVÀ-DEA-SPÈZA-battiston-maìa-corteo-carnevale-2024
CARLEVÀ-DEA-SPÈZA-folla-piazza-verdi-2024

Condividilo con i tuoi amici!

Potrebbero interessarti anche

Cogli l’occasione di restare aggiornato
sulle nostre news!​

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter! Esclusivamente per te, la rivista digitale, gli articoli aggiornati, i nostri migliori consigli e tante anticipazioni.