fbpx
loader image

Editoriale FIMAA Settembre/Ottobre 2020

I numeri che arrivano dai vari osservatori specializzati nelle rilevazioni del mercato immobiliare, ci dicono che, a distanza di 3 mesi dalla ripartenza dopo il lockdown, il trend è ancora in discesa.

Il crollo delle transazioni evidenzia numeri sicuramente preoccupanti per il  settore.

Stupisce senz’altro che, a dispetto di questa inesorabile discesa, i prezzi  tengano.

La giustificazione di questo processo è da ricercare nel fatto che il patrimonio residenziale è gelosamente custodito dalle famiglie italiane che non hanno nessuna  intenzione  di cedere un centimetro ad una logica di mercato drogata da eventi eccezionali.

Solo il tempo potrà restituirci una visione più chiara, e come già ho avuto modo di dire, la durata di questo stato di incertezza farà la differenza.

Anche il mercato delle case vacanza soffre.

Il mancato arrivo del turismo estero non può essere, per mole, compensato con il maggior turismo interno. La difficoltà di movimento, dovuta anche alle restrizioni richieste dal Governo ai gestori dei mezzi di trasporto, non aiuta il movimento dei flussi turistici creando un ulteriore ostacolo alla crescita del mercato turistico interno.

Di contro, si riscontra un deciso incremento delle locazioni transitorie per periodi prolungati di villeggiatura in località turistiche. Questa nuova tendenza, conseguenza diretta dello stato emergenziale ancora in corso, è sintomatica del mutamento degli orientamenti e delle esigenze dei consumatori in questo particolare momento.

La ricerca di tranquillità e sicurezza, in seguito al disagio patito e ancora presente, accresce la necessità di trovare “rifugi” con particolari caratteristiche che diano riparo e senso di protezione. Gli elementi più ricercati, ma questo vale anche per il mercato delle compravendite residenziali in genere, risultano essere le soluzioni in piccoli complessi o case singole, spazi esterni fruibili come giardini e terrazze.

E’ ormai chiaro che questo virus ha mutato orizzonti e aspettative delle persone e queste nuove prospettive non potranno non mutare le idee dei maker del mondo immobiliare, partendo da chi dovrà pensare le nuove soluzioni abitative a chi le dovrà commercializzare.

di Gianni Balducci

Vuoi maggiori informazioni?

Privacy Policy

2 + 12 =

Apri chat
💬Hai bisogno di aiuto?
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti? 😃